il parlar m’è buffo in questo mare

posted on | August 25, 2012 | 1 comment

pian piano mi abituo ma delle robe ancora mi suonan strane in testa.

  • new years eve e christmas eve son diversi da thursday eve. nel senso che nei primi due casi s’intende la sera prima, nel terzo proprio thursday evening. chieder so, ‘the eve of destruction’ was just a bad night? fa sempre molto ridere. però non so se ridon sinceri o son solo educati.
  • hoodie vien da hood che è cappuccio ed anche la felpa comunemente intesa. così come da noi felpa indica la felpa anche quando mica è di felpa. insomma la coincidenza della doppia parte-per-il-tutto fa sì che un sacco di gente, qui, assuma che felpa in italiano significhi cappuccio.
  • bang, gasp, mumble, rumble, bang, roar, grunt, etcetera, per noi sono rumori nei fumetti. qui spesso sono il verbo che produce quel rumore lì.
  • conservanti si dice preservatives. la pubblicità del cibo fa sganasciare.

[ah, ed ho anche realizzato che i never split bananas, in banana slip]

  1. le parole che non vi ho detto
  2. io ve lo dico
  3. gente che lo fa di lavoro
  4. nessuno citi voltaire
  5. due ore il lunedì, una di mercole

comments

one response to “il parlar m’è buffo in questo mare”

  1. Mammifero Bipede
    September 3rd, 2012 @ 4:36 pm

    Nel 1990 acquistai in Grecia un succo di frutta che nelle istruzioni IN ITALIANO recitava testualmente: “Non contiene preservativi”.
    :-)

leave a reply