marchionne who?

posted on | May 17, 2012 | 4 comments

anni di accurata selezione che nemmanco l’abate mendel coi fagioli han fatto sì che difficilmente in italia io mi trovassi a chiaccherare di motori [che hai voglia a dire che gli italiani parlan solo di due cose. forse sì, ne parlano, ma di calcio mediamente non capiscono un cazzo, la figa a stento sanno come è fatta e non si son mai accorti delle differenze fra l’una e l’altra. però poi ti san snocciolare l’alesaggio corsa e la coppia massima di qualsiasi roba che vada colla benza].

e invece qui capita che quella selezione io non l’abbia ancora fatta e così le macchine fan parte del più e del meno. e provate a dire fiat o cinquecento ed a vedere le faccie che fanno. giuro, robe-mai-sentite-prima.

io non so mica se come dice micheleboroni è solo che hanno completamente sbagliato lo spot [e tutto quel che ci va appresso]. è che qui l’italia è in italiano.

all’aereoporto di san francisco c’è una mostra che si chiama moto bellissima, da starbucks il formato del caffè è tall, grande o trenta. che i più mica lo sanno che cosa vuole dire, però suona italiano e tanto gli basta.

ci sono dei prodotti di maglieria superpacco che solo che c’è scritto sopra merinos italiano vanno via come il pane [non ne so molto di ovini, ma secondo me nemmeno ne esistono di merinos italiani].

potrei riempire altre due schermate solo cogli esempi.

e quindi al di là dello spot che meh, al di là che comunque vendere una macchinetta così piccola qui è una fatica, chiamarla five hundred secondo me è stato il motore primo di ogni cazzata.

[ora hanno charlie sheen come testimonial. l’idea è accostare due ‘bad boys’, lui e l’auto, cattivi e seduttori. peccato che fra tutti i bad boy disponibili hanno pescato non un discolo, un franti, un ‘villain’ di quelli per cui puoi anche fare il tifo, ma uno che nella percezione comune è solo un arrogante povero stronzo]

  1. c’è un astronomo in sala?
  2. sanità iuessei, debunking
  3. ha scritto la cazzata
  4. scrivere di sport in italia
  5. apologia duepuntozero

comments

4 responses to “marchionne who?”

  1. Manuel
    May 17th, 2012 @ 12:10 pm

    ma davvero five hundred ?????

    Non ci credo, appena si esce dall’Italia la prima cosa che si nota è che tutto ciò che ha un nome anche solo minimamente italianeggiante è percepito come più fico, più lussuoso e quindi costa di più.

    I nostri grandi manager internazionali cosa fanno?
    Five hundred…

  2. GiuliadaOz
    May 17th, 2012 @ 12:56 pm

    Qui in Oz “five hundred” e “cinquecento” non percepiti. Il babbo del mio ex, meccanico che sperimentava con le mini, la cinquecento la chiamava “bambini”. Al plurale. Vattelapesca il perche’.

  3. GiuliadaOz
    May 17th, 2012 @ 1:04 pm

    P.S. Che schifezza lo spot con Charlie Sheen…

  4. halifax
    May 18th, 2012 @ 2:50 pm

    la gente vuole solo il gol

leave a reply