coi gobbi

la presunta antisportività di gianluigi buffon, non esiste. se non c’è un campanello che suona quando è gol è perché l’errore umano fa parte del gioco del calcio. ossia, l’assioma opposto da sempre all’introduzione di tecnologia e moviola. se la regola è che è l’arbitro e solo lui a decidere ed eventualmente sbagliare, aspettarsi che […]

hackin’ avis

“scusi… è che mi è entrato il sistema in pausa pranzo [?!??]. la vuole proprio la macchina? che nel caso devo fare credere al sistema che adesso sono le due” [gli autonoloeggio son dei posti in cui fanno di tutto, pur di non darti un'auto]

a forma di m

al primo classificato del giro della padania verrà consegnato un golem ['Raffigura l'uomo-ciclista inserito in un territorio che è quello della padania. Il sole, forza pura, incombe su di lui, mentre sullo sfondo s'innalza il Cervino. Tutt'intorno il grano e l'abbraccio dei Golem, simbolo della comunità che accoglie quest'uomo eccezionale'], al secondo un coso ['ha […]

eh, sì. tallotta ci s’inciampa dentro

“Mi era capitato in passato di avere rapporti con prostitute, come a volte agli uomini accade” [Piero Marrazzo, La Repubblica] [c'era una pubblicità di uno che inciampava dentro le donne, mica la trovo più]

trentasei milioni di applausi

‘Non possiamo pensare che 150 mila visitatori vengano ogni giorno a Milano per vedere come si coltivano le melanzane del Togo’ [Vicente Loscertales] vorrei esser nelson, andar da carlo petrini e fargli ha-ha. coll’indice.

le radici del pregiudizio

avete presente il tipo che si era scusato per l’equivoco delle zingare? il suo capo ha sbottato che non si doveva scusare. erano non zingare, ma clochard. disintegrando il beneficio del dubbio che gli ci si poteva concedere. son proprio fatti così, male, nella testa. gli sciacalli per esser credibili devon esser sporchi o vestiti […]

occhei, il posto è tuo

“La Russa purtroppo ha un capo di Stato maggiore che è un alpino, senza esperienza internazionale, non conosce l’aeronautica e non parla inglese.” [La Repubblica, oggi, pagina quattordici]

fuutluus duemilaundici

“basta con le schitarrate, torniamo al gregoriano” [tal Pablo Colino, direttore del coro della Filarmonica Romana]

gente di una certa cultura

mentre il popolino tutto è preda alla fascinazione stronza per i real cazzoni un po’ come se fosse fine millequattro, io, letizia moratti e red ronni ci siamo testé incontrati al libraccio, affamati di cultura. siccome che era arrivata prima lei, le ho ceduto il posto in fila. ha comperato un libro sui tram, m’è […]

anima è quando arbitro fischia

oggi, alla domanda di una mamma col figlio in coma eminenza, che ne è dell’anima di mio figlio? il papa dirà, testuale è come chitarra che non suona. ma è scemo? gli sembran cose da dire? ma non l’han trovata una altra metafora, in tutto il vaticano? non si poteva tagliare, in sede di montaggio? […]

quel gaglioffo del silvio

sentito di pietro accusar berlusconi ché ‘da anni continua a farsi eleggere’. che occhei, non che ci faccia piacere. ma che accusa è? democrazia abusiva?

leggi ancora »